0184 504477 | lunedì-sabato 6:30-19:30 | domenica 6:30-13:00

Il fiore del mese, il tulipano

Il fiore del mese, il tulipano

Il fiore del mese, il tulipano

Aprile è il mese del tulipano, un fiore particolare e bellissimo, con una varietà di colori quasi infinita, abbellisce in questo periodo parchi, giardini e aiuole!

Il suo nome deriva dalla parola turca “tullband” che significa copricapo  e si riferisce alla sua caratteristica forma simile, appunto, ad un turbante.
Questo fiore è originario dei monti del Pamir nell’Asia centrale e in Turchia nel XVI secolo ebbe una popolarità tale che venne impiantato ovunque e divenne il simbolo floreale della nazione. Fu portato per la prima volta in Europa nel 1554 quando un ambasciatore turco ne spedì alcuni bulbi al responsabile dei giardini reali olandesi.
Dal 1593 iniziò la coltivazione nei Paesi Bassi e divenne rapidamente una merce di scambio dal grande valore economico. Pensate che un singolo bulbo poteva costare anche un migliaio di fiorini olandesi, quando il reddito medio era di 150 fiorini! Si contrattavano le vendite a casa del mercante Jacob van der Buerse (da cui prese il nome la Borsa!) generando la prima bolla speculativa della storia del capitalismo.

Coltivazione del tulipano:
Si piantano i bulbi tra ottobre e dicembre in terreni sabbiosi senza ristagno d’acqua. Vanno posizionati al sole o in leggera ombra, non sono molto esigenti, non temono né malattie, né parassiti. Una volta sfiorito eliminate il fiore per preservare il bulbo che rifiorirà l’anno successivo e tagliare le foglie solo quando sono completamente secche. I bulbi dei tulipani a grandi fiori andrebbero sradicati ogni anno e ripiantati di modo da garantirne la rifioritura.

A cosa abbinare i tulipani:
Un vaso di tulipani è bellissimo se abbinato alle viole del pensiero, i crochi, i narcisi o i giacinti. Piantando tulipani di diverse categorie potrete godere di questi bellissimi fiori per un periodo più lungo!

Un mazzo di tulipani:
Molti sono convinti che il fiore dell’amore sia unicamente la rosa, ma il tulipano è il simbolo dell’amore perfetto, onesto, eterno e disinteressato. La particolarità del tulipano sta nelle sue tonalità, così come l’amore, anche lui con le sue sfumature descrive le tante facce di questo sentimento complesso e meraviglioso. Oggi viene attribuito al tulipano anche il significato di incostanza emotiva e scarsa riflessività.
Esistono più di 100 specie di tulipano ed è uno dei fiori più utilizzati nelle composizioni e regali per via dei suoi svariati significati, ecco qui una piccola lista:

Tulipano rosso: promessa e impegno di amore eterno;
Tulipano violetto: dichiarazione modesta, nobile e dolce;
Tulipano giallo: gioia di vivere, solarità e spensieratezza;
Tulipano screziato: dolcezza e grazia.

Il tulipano è anche il fiore perfetto da regalare ad un uomo grazie ai suoi colori e la sua forma decisa ne fanno un fiore meno femminile, ma allo stesso tempo romantico.

Regalare un bouquet di tulipani bianchi o rosa è particolarmente indicato in occasione di una nascita; invece, il bouquet di tulipani rossi viene scelto per fare una dichiarazione d’amore eterno e puro alla donna di cui si è innamorati.

Curiosità:
Nelle “Mille e una notte” il sultano faceva cadere un tulipano rosso ai pieni di una delle donne dell’harem per comunicarle che era lei la prescelta.
Attualmente l’Olanda è ancora la nazione che produce più tulipani al mondo.
Una leggenda antica di origine persiana narra di un giovane di nome Shirin che partì alla ricerca della mancata fortuna lasciando la sua amata Ferhad. Per molto tempo Ferhad aspettò il suo amato e lo cercò, finché un triste giorno, cadde su pietre aguzze e pianse con la consapevolezza che sarebbe morta senza rivedere Shirin. Le sue lacrime si mescolarono al sangue e cadendo goccia dopo goccia sul terreno, si trasformarono in bellissimi fiori rossi: i Tulipani.

 

 

 

 

Nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *