0184 504477 | lunedì-sabato 6:30-19:30 | domenica 6:30-13:00

Il fiore del mese di ottobre: i ciclamini

Il fiore del mese di ottobre: i ciclamini

Il fiore del mese di ottobre: i ciclamini

Questo fiore dalle tonalità che vanno dal rosso al bianco, passando per il lilla e il viola, sa donare colore e allegria alle prime giornate grige e autunnali!

I petali possono avere i margini lisci o ricci e le foglie hanno un colore che va dal verde chiaro al verde scuro.
E’ un fiore conosciuto fin dall’antichità, conosciuto dai greci e dai romani con altri nomi, trova il nome Cyclamen (derivante dal greco kyklos, cerchio) solo in tempi moderni con il botanico francese Joseph Pitton de Tournefort (1656-1708).

L’essenza di ciclamino, ha dato vita nel scorso dei secoli a numerose leggende e credenze, che attribuivano al fiore importanti poteri magici. Veniva piantato intorno alle case per proteggerle dai malefici, veniva usato per adornare le camere dei novelli sposi per favorire la procreazione, quindi, come augurio di fertilità, veniva e viene tuttora tenuto in casa come ornamento e come strumento per aumentare la sicurezza in se stessi.
Secondo alcune tradizioni cristiane, invece, il ciclamino era un tributo a Maria, in quanto il fiore molte volte presenta delle macchioline rosse che secondo le credenze del tempo rappresentavano il dolore delle Madonna per la crocifissione del figlio.

E’ una pianta facile da coltivare, con le giuste cure, può mantenere la sua fioritura per tutto il periodo autunnale e invernale. Teme le muffe, quindi l’unica accortezza è quella di non bagnare troppo le piante, un buon consiglio è quello di mettere l’acqua nei sottovasi, senza innaffiare la pianta dall’alto.

Il ciclamino preferisce le zone ombrose e semi-ombrose con un terriccio soffice, ricco e ben drenato.

Nel gergo dei fiori il ciclamino simboleggia esitazione e diffidenza, tale significato è attribuito alla tossicità della pianta, donare un ciclamino sottintende che la pers

ona a cui la si regala non si sta comportando come dovrebbe o che dovrebbe avere più fiducia in se stessa per migliorare. A seconda del colore dei petali però, il ciclamino assume significati differenti:  il ciclamino rosa è strettamente connesso al concetto dell’amore puro ed è il fiore perfetto da regalare ad una mamma che ha appena partorito. Quello rosso, invece, non va mai regalato alla propria fidanzata perché simboleggia un amore difficile nel quale non si nutre fiducia verso l’altro. Il ciclamino bianco rappresenta la tenerezza, la dolcezza e la semplicità della vita. Quello fucsia è il fiore dell’erotismo e della sensualità, capace secondo gli antichi di suscitare i desideri e i piaceri più nascosti. Il ciclamino viola, in tutte le gradazioni di colore, è piuttosto considerato il fiore dei giovani e per questo va regalato a chi ha uno stile di vita giovanile, spensierato, allegro, privo di pensieri.

 

 

Nessun commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *